La gravidanza e il parto possono rappresentare due momenti delicati per l’insorgenza di problematiche legate alla salute del perineo.

Anche dopo la nascita naturale del bambino, a conclusione dei 9 mesi canonici, i muscoli del perineo sono sottoposti ad un notevole stiramento ed è perciò frequente che esso vada incontro a lesioni che rimangono latenti, manifestandosi a distanza di anni, compromettendo così il normale sostegno dei visceri pelvici.

IL PAVIMENTO PELVICO COME PROTAGONISTA ATTIVA DURANTE IL PARTO

Per i 9 mesi di gravidanza il perineo ha un ruolo centrale nel contenimento del feto all’interno dell’organismo materno. Durante il travaglio e il parto il perineo assume il ruolo opposto a quello garantito nei mesi di gestazione, si rilassa e partecipa attivamente all’espulsione del feto. Fino a non molti anni fa, si credeva che il ruolo del perineo fosse del tutto marginale, un fattore passivo dell’evento parto. Oggi è ormai consolidato il ruolo attivo durante la progressione e l’espulsione del feto. Si parla di vero e proprio “organo della nascita”, attraverso le modificazioni che avvengono a livello perineale durante il travaglio e il parto, il feto è espulso dalla vagina non solo tramite la forza delle contrazioni e del torchio addominale materno, ma anche attraverso il pavimento pelvico.
E’ per questo motivo che risulta di fondamentale importanza inserire un programma di educazione e preparazione del perineo in gravidanza, sia a livello individuale che all’interno dei percorsi di accompagnamento alla nascita

IN GRAVIDANZA NON DIMENTICHIAMOCI DI NOI STESSE.

Esercizi gravidanza

Consigli utili

  1. Entrare in contatto con il proprio perineo da giovanissime e prendere sin da subito le buone abitudini che proteggono e mantengono in salute il nostro perineo.
  2. Se state programmando una gravidanza, rivolgetevi fin da subito a un’ostetrica esperta di perineo. Un perineo elastico riduce le possibilità di episiotomia. Insieme potrete anche programmare gli esercizi post-parto.
  3. Se avete già partorito  sappiate che non è mai troppo tardi. Potete imparare esercizi e buone abitudini che vi possono essere di sostegno.